Diana Grandin in cucina, a casa e fuori casa

Cappellacci verdi con ricotta e pecorino su crema di spinaci

Posted on | gennaio 25, 2015 | Lascia un commento

SONY DSC

Cominciare l’anno nuovo con una ricetta salata, in un blog come il mio che è pieno zeppo di dolci, può sembrare un po’ strano, ma ho avuto la “forse” bizzarra idea di fare una piccola divagazione e provare tante ricette ogni volta preparando la pasta fatta in casa provando tutti i colori possibili.

Preparare il VERDE vi posso assicurare che è un gioco da ragazzi, soprattutto se vi preparate gli spinaci lessati e setacciati già il giorno precedente. Il ripieno è il più semplice che si possa preparare, quindi non vi resta che provare e vedrete che la voglia di fare la pasta in casa colorata prenderà anche voi e sarà divertente.
Se poi aspettando l’imminente ricetta con il nuovo colore voleste vedere il risultato della pasta colorata di
NERO date un’occhiata alle foto che ho pubblicato su “Instagram” cercando “DIANAGRANDIN” e vedrete i tagliolini con nero di seppia, scampi e pomodorini.
Buona pasta colorata a tutti. 

Per la pasta:

400 gr di farina
4 uova
40 gr spinaci lessati e setacciati
olio extra vergine di oliva
sale

Per il ripieno:
350 gr ricotta
150 gr pecorino

Se volete preparare anche la base cremosa:
spinaci e grana a volontà


Prima di tutto lessate gli spinaci, frullateli, passateli al setaccio e lasciateli raffreddare.Preparare la sfoglia impastando la farina con le uova, gli spinaci setacciati ed un pizzico di sale, quando otterrete un impasto omogeneo ed elastico, formate una palla, avvolgetelo nella pellicola e lasciate riposare mezz’oretta.

Nel frattempo preparate il ripieno, semplicemente mescolando il pecorino grattugiato alla ricotta e tenete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Stendete la sfoglia il più sottile possibile, tagliatela in dischetti di circa 6 centimetri, distribuite su ciascuno un po’ di ripieno, piegateli a mezzaluna, sovrapponete le estremità e premete per unirle, poi appoggiateli su un canovaccio da cucina e lasciate asciugare.
Lessate i ravioli in acqua bollente salata, scolateli al dente e ora scegliete se passarli un minuto in padella con un po’ di burro e mangiarne un piattone oppure distribuite in ciascun piatto una bella cucchiaiata di spinaci frullati con del formaggio grana ed appoggiarvi i ravioli in modo ordinato, versare un filo d’olio extra vergine d’oliva e sono pronti da portare in tavola.


Diana Grandin è una cuoca in prova

If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Comments

Leave a Reply