Diana Grandin in cucina, a casa e fuori casa

Gingerbread Linzer Torte

Posted on | febbraio 10, 2014 | Lascia un commento

SONY DSC
Alcuni anni fa Martha Stewart aveva proposto nel suo mensile di novembre una Linzer Torte un po’ speciale, l’aveva un po’ stravolta utilizzando la pasta “gingerbread”, ricoprendola come una “pie” e a me era piaciuta così tanto che ho tenuto da parte la pagina con la ricetta.
Ora l’ho ritrovata e l’ho voluta provare, così dopo una veloce traduzione, ma con una certosina attenzione alla conversione da “cups” a grammi, eccovi un’insolita versione della celebre Linzer Torte. Il profumo è accattivante ed il sapore è delizioso, l’unica pecca: i cuori e i cuoricini che prima della cottura erano belli e ben definiti, man mano che la crostata prendeva colore si trasformavano in veri e propri “cuori astratti”.

338 gr di farina
1 e ½ cucchiaino di lievito in polvere
1/4 cucchiaino di zenzero in polvere
1/4 cucchiaino di cannella in polvere
un pizzico di sale
90 gr zucchero di canna integrale
112 gr di burro
170 gr di miele
2 tuorli d’uovo grande
1 albume
410 gr confettura di lamponi

Setacciate in una terrina la farina, il lievito, le spezie, il sale e lo zucchero poi incorporate anche il burro a temperatura ambiente.
Ora unite il miele, i due tuorli e mescolare fino ad ottenere un impasto compatto ed uniforme.
Stendete due terzi della pasta su un piano leggermente infarinato oppure tra due fogli di carta forno (dovrete ottenere un disco di circa 30 centimetri di diametro e ½ centimetro di spessore.
Appoggiatelo dentro lo stampo da crostata, (preferibilmente con il fondo amovibile) facendolo aderire ai bordi, la pasta in eccesso voltatela verso l’interno dello stampo e regolatela, pressandola con le dita. Versateci sopra la confettura di lamponi, spalmatela uniformemente e mettete il tutto in frigorifero per almeno 30 minuti, mentre preparate il resto della torta.
Stendete la pasta rimasta tra due fogli di carta forno fino ad ottenere un disco delle dimensioni dello stampo e mettetelo a raffreddare assieme alla crostata nel frigorifero.
Trascorsa la mezz’oretta forate la pasta raffreddata con il taglia biscotti a forma di cuore …….( e ricordatevi di non rimpastarli perché li potrete cuocere per circa 6/8 minuti a 150 gradi e una volta raffreddati cospargerli di zucchero a velo….evvvvai con i biscotti!)….
Sbattete leggermente albume e spennellatelo sul bordo della crostata, in modo che la pasta aderisca più facilmente, coprite la crostata con molta cura, premere i bordi in modo da far aderire bene, ora ancora mezz’oretta in frigorifero e poi via nel forno caldo 150°.
Controllate la cottura ogni forno “purtroppo” riscalda a modo suo, comunque toglietela dal forno quando
la crosta sarà dorata e il ripieno sarà spumeggiante, circa 50/55 minuti.

Diana Grandin è una cuoca in prova

If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Comments

Leave a Reply