Diana Grandin in cucina, a casa e fuori casa

Anche a Jesolo si fanno i Cannoli siciliani

Posted on | giugno 7, 2011 | 7 Commenti


La mia amica Mara M. mentre mi raccontava della meravigliosa vacanza trascorsa in Sicilia, affascinata dal paesaggio, dalla gente del posto, ma soprattutto dalla cucina, mi ha invogliata a preparare i cannoli siciliani.
La deliziosa ricetta che mi ha passato e che prevedeva l’uso di tubicini di canna di bambù arriva proprio da lì.

150 gr di farina
15 gr di cacao amaro
30 gr di burro
1 uovo
25 gr di zucchero
½ bicchiere di vino rosso o marsala
12 tubi in acciaio
olio

Per il ripieno:
500 gr di ricotta freschissima
250 gr di zucchero a velo
100 gr di cioccolato fondente tagliato a pezzettini
80 gr di zuccata (facoltativo)
50 gr di pistacchi tritati
1 pizzico di cannella
buccia d’arancia candita per decorare

Impastate delicatamente la farina, l’uovo, il burro, lo zucchero, il cacao sciolto nel marsala o nel vino rosso ed un pizzico di sale. Quando l’impasto sarà omogeneo lasciate riposare per un’ora circa. Spianate con il mattarello per ottenere una sfoglia sottile, tagliate dei quadrati di circa 10 cm di lato, avvolgete nel senso della diagonale sui cilindretti di acciaio, fate combaciare gli estremi facendo una leggera pressione con il dito bagnato. Mettete sul fuoco un tegame con i bordi alti con abbondante olio e quando sarà bollente immergete i cilindretti con i cannoli. Quando saranno dorati, tirateli fuori e lasciateli raffreddare. Intanto lavorate la ricotta con lo zucchero a velo e la cannella, mescolate bene con un cucchiaio di legno aggiungendo se occorre qualche goccia di latte. La crema dovrà essere omogenea e piuttosto densa.
(SUGGERIMENTO: chiacchierando con a mia amica Sonia G. di Palermo ho ricevuto una buona dritta: mescolate la ricotta con lo zucchero uno o due giorni prima, la crema diventerà più omogenea e soffice)
A questo punto aggiungete il cioccolato (e se volete la zuccata), togliere i cilindretti dai cannoli e con un cucchiaino riempiteli con la crema. Guarniteli con un pezzetto di arancia candita che sistemerete sulla superficie esterna. Spolverizzate con un po’ di zucchero a velo la pasta del cannolo. Attenzione sono una cosa ….. e-sa-ge-ra-ta!

Diana Grandin è una cuoca in prova

If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Comments

7 Responses to “Anche a Jesolo si fanno i Cannoli siciliani”

  1. Anna
    giugno 7th, 2011 @ 15:43

    Io che avevo lo zio siciliano,sapevo che oltre a quello che ti ha suggerito la tua amica .. Verissimo, bisogna filtrarla dal setaccio-colino…..

  2. Mara
    giugno 8th, 2011 @ 10:02

    Ho l’ acquolina in bocca…. ed é il primo giorno di dieta!!!!

  3. Federica
    giugno 8th, 2011 @ 11:35

    L’ho mangiato ed era una cosa favolosa…
    Bis please!!!

  4. Diana
    giugno 8th, 2011 @ 15:54

    non è mai il giorno giusto per cominciare una dieta!

  5. Diana
    giugno 8th, 2011 @ 15:55

    certamente, è già in programma, troppo buoni, grazie.

  6. Silvia
    settembre 1st, 2012 @ 11:30

    Un saluto dai cannoli di San Vito lo Capo :-)

  7. Diana
    settembre 1st, 2012 @ 13:52

    Che bello! Devono essere deliziosi…. ma li fanno anche li? :-D

Leave a Reply